Aggiornamento Coronavirus

28 Giugno, 2020

Poiché la diffusione del coronavirus è in costante calo in Italia, il lockdown è terminato in tutto il paese e la maggior parte delle attività sta tornando alla normalità. Inoltre, i confini sono aperti e la maggior parte dei trasporti pubblici e delle strutture ricettive sono pienamente operativi e pronti per la stagione delle vacanze estive.

Tuttavia, misure precauzionali e restrizioni sono ancora attive su attività specifiche. In questo momento, gli eventi sportivi sono ammessi a porte chiuse (senza pubblico o spettatori) con un numero limitato di partecipanti e protocolli di sicurezza molto rigidi: distanziamento sociale, controllo della temperatura, sanificazione delle attrezzature…

In considerazione di questa situazione, stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità sanitarie e sportive locali e nazionali per riorganizzare l’edizione 2020 dell’Italian Showdown in modo che soddisfi tutte le norme di sicurezza, al fine di garantire un evento sicuro per atleti, spettatori e per il nostro staff.

Al momento, ci stiamo preparando per ogni possibile scenario: speriamo per il meglio, ma ci prepariamo al peggio. E vogliamo condividere con voi tutti i nostri piani per la massima trasparenza.

 


NUOVE POSSIBILI DATE

Stiamo ancora aspettando il via libera dal governo, ma sembra molto probabile che la prima data possibile per l’evento dal vivo sia il 25-27 Settembre. Un’altra opzione è il 30 Ottobre – 1 Novembre.

Non è ancora certo quale data sarà confermata dalle autorità, ma abbiamo già prenotato la sede dell’evento per entrambe le date e anche gli hotel convenzionati sono pronti. Non appena avremo una risposta definitiva, annunceremo la data finale con largo anticipo per organizzare il viaggio e l’alloggio e vi informeremo su tutti i protocolli di sicurezza.

 


MODIFICHE AL FORMATO

Non sappiamo ancora se sarà possibile avere spettatori, ma una cosa è certa: qualunque sia la data, non ci sarà permesso di ospitare sul posto tutti i 1.500 concorrenti iscritti come inizialmente previsto.

Per questo motivo sarà necessario apportare alcune modifiche al formato della competizione.

  1. Il primo giorno di eliminazione – originariamente previsto per svolgersi dal vivo – sarà sostituito da una fase di qualificazione on line.

  2. La nuova fase di qualificazione on line sarà composta da 3 workout in 2 settimane: tutti i workout saranno rilasciati contemporaneamente, il 17 Luglio; tutti gli score e i video dovranno essere caricati entro il 31 Luglio senza eccezioni.

  3. La classifica della fase di qualificazione verrà rilasciata entro il 1 Settembre: i concorrenti che supereranno la fase di qualificazione saranno invitati alla fase finale.

  4. Gli atleti invitati avranno 72 ore per confermare: nel caso in cui uno o più atleti non accettino l’invito alla fase finale, gli slot vuoti verranno riempiti invitando gli atleti successivi in classifica.

  5. Oltre all’invito alla fase finale, saranno premiati i vincitori della fase di qualificazione e i vincitori di ciascun workout di qualificazione.

  6. Tutti i concorrenti iscritti riceveranno la t-shirt atleta spedita gratuitamente all’indirizzo postale specificato nel modulo di registrazione.

  7. La fase finale si svolgerà dal vivo, idealmente con 200 concorrenti (in base alle più recenti normative). Non sarà richiesta alcuna quota di iscrizione aggiuntiva per accedere alla fase finale.

  8. I premi in denaro saranno pagati ai vincitori di ciascuna divisione: Individual, Team ed Age Group.

Nella malaugurata circostanza di una seconda ondata di epidemia di Covid-19, la fase finale si svolgerà on line. Tutti i dettagli sui workout di qualificazione e sul nuovo formato della competizione saranno presto pubblicati sul sito ufficiale insieme a uno specifico addendum al regolamento.

 


CONSIDERAZIONI SUI RIMBORSI

La missione dell’Italian Showdown è ed è sempre stata permettere a tutti di provare l’esperienza di una competizione live; perciò, sacrificare la fase di eliminazione dal vivo è un duro colpo per tutti noi, ma è l’unica opzione per svolgere l’edizione 2020.

Comprendiamo che questa soluzione sia tutt’altro che ideale, ma stiamo sinceramente facendo del nostro meglio per far fronte a una situazione eccezionale che non ha precedenti. Molti di voi potrebbero legittimamente chiedersi perché non cancelliamo semplicemente l’evento 2020 e rimborsiamo tutti i concorrenti iscritti. Semplicemente, non possiamo.

Dietro l’Italian Showdown c’è un’organizzazione sportiva senza scopo di lucro, non una società commerciale. Non mettiamo in tasca un solo centesimo di quello che pagate, ma investiamo tutto l’incasso nell’evento stesso: affitto della sede, allestimento dell’arena, comunicazione e promozione, premi in denaro…

Ancora più importante, siamo in grado di mantenere la più bassa quota di iscrizione possibile (solo 59€ tasse incluse per l’intero evento – che è la tariffa più bassa tra tutti i Sanctional in tutto il mondo), offrendo al contempo una competizione di livello professionale, che è cresciuta fino ad essere uno dei più grandi eventi in Europa.

Raggiungere questo risultato spendendo meno di una frazione del costo di altri eventi è uno sforzo incredibilmente arduo! Ma riusciamo a farlo per il bene della nostra comunità, grazie al vostro continuo supporto: infatti, la quota di registrazione non è un biglietto d’ingresso, ma una quota associativa pagata per supportare la nostra organizzazione.

Per queste ragioni, la quota di iscrizione non è rimborsabile, come chiaramente indicato nel regolamento che ogni concorrente ha espressamente accettato per intero durante la procedura di iscrizione. Nondimeno, ogni iscritto ha l’opportunità di cedere il proprio slot a un’altra persona, ottenendo da quest’ultima la somma pagata.

Invece, gli spettatori hanno effettivamente pagato un biglietto per assistere a un evento dal vivo. Quindi, se l’evento dal vivo verrà annullato, avranno il diritto di chiedere un rimborso: in tal caso, riceveranno un voucher valido per l’edizione 2021, come previsto dalla legge italiana (D.L. n.18/2020 art.88 co.3 – D.L. n.34/2020 art.183 co.11).

Ci sentiamo sinceramente in dovere di restituire un momento di divertimento a tutte le persone che hanno sofferto o che stanno ancora subendo il lockdown. Questi sono tempi difficili per tutti noi e stiamo facendo tutto il possibile per realizzare l’Italian Showdown 2020. Contiamo sul supporto della nostra comunità.